Direttore
Shorsh Surme
Shorshsurme@yahoo.it

info@hetawikurdistan.it

--------------------------


Leyla Zana
---------------------------


Regista Curdo Yilmaz Güney
**************************

Ruolo delle Donne Curde nella lotta
di Liberazione

*****************************

La questione curda non è piu'
affare di Iran e Tuchia


***************************************


I Medi: Gli antenati dei Curdi
*****************
La Campagna di Al Anfal contro i Curdi
*****************
Kurdistan dell'Iran: Crimini nel silenzio
*************************************
Perlepace.it

*************************************
Intervista con Gianni Vernetti
***************************************
In Iran non c'è solo
la questione Nucleare

************************************
Mortalità infentile:La campagna
Save The Children

*************************
D
iscorso di Obama al Cairo
*********************************
Intervista con Mirella Galletti

****************************

*******************************





 
Rivista Cuturale Curda Hetaw "Sole"
***********************


Castello di Dimdim,
epopea curda di A.Shamilov
******************




Kurdistan.Storia,
economia e risorse,
società e tradizioni,arte e cultura
di Shorsh Surme
Pendragon Editore

****************************


Il primo Dizionario Italiano - Curdo
1878 - Napoli
*****************************

Home Articoli Kurdistan. Appello a Federica Mogherini e all’Ue ad intervenire


Kurdistan. Appello a Federica Mogherini e all’Ue ad intervenire

di Shorsh Surme 

Nelle ore in cui Federica Mogherini è impegnata per il Consiglio europeo, dalla comunità curda in Italia si è levato un appello ........

nei confronti dell’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza nonché vicepresidente della Commissione europea: “Come sapete bene – si legge nella nota – in questi giorni il governo sciita dell’Iraq, con l’aiuto dell’Iran, ha attaccato la città curda di Kirkuk costringendo migliaia di civili curdi ad abbandonare la loro case e a fuggire verso le due città di Erbil e Suleymania. Tutto questo accade nel momento in cui i curdi sono riusciti a sconfiggere lo Stato Islamico sia in Iraq che in Siria.
L’intervento militare iraniano in Iraq è una violazione chiara del diritto internazionale, una violazione dei diritti umani e una palese aggressione ed ingerenza nei confronti di un Paese sovrano.
Come Lei sa il governo del primo ministro Heyader al-Abadi ha usato le milizie sciite al-Hashd al-Shaabi per attaccare i curdi, cosa che la nuova Costituzione irachena, art. 9, vietava, dal momento che era “proibita qualsiasi costituzione di gruppi o milizie al di fuori dell’esercito federale iracheno.
Per questo invitiamo l’Ufficio di presidenza attraverso Lei on. Mogherini, i commissari, il presidente Jean-Claude Juncker e il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani a esaminare la situazione, prestando particolare attenzione alle istanze della Regione del Kurdistan dell’Iraq.