Direttore
Shorsh Surme
Shorshsurme@yahoo.it

info@hetawikurdistan.it

--------------------------


Leyla Zana
---------------------------


Regista Curdo Yilmaz Güney
**************************

Ruolo delle Donne Curde nella lotta
di Liberazione

*****************************

La questione curda non è piu'
affare di Iran e Tuchia


***************************************


I Medi: Gli antenati dei Curdi
*****************
La Campagna di Al Anfal contro i Curdi
*****************
Kurdistan dell'Iran: Crimini nel silenzio
*************************************
Perlepace.it

*************************************
Intervista con Gianni Vernetti
***************************************
In Iran non c'è solo
la questione Nucleare

************************************
Mortalità infentile:La campagna
Save The Children

*************************
D
iscorso di Obama al Cairo
*********************************
Intervista con Mirella Galletti

****************************

*******************************





 
Rivista Cuturale Curda Hetaw "Sole"
***********************


Castello di Dimdim,
epopea curda di A.Shamilov
******************




Kurdistan.Storia,
economia e risorse,
società e tradizioni,arte e cultura
di Shorsh Surme
Pendragon Editore

****************************


Il primo Dizionario Italiano - Curdo
1878 - Napoli
*****************************

Home Articoli Iraq, il Kurdistan non vede alternativa all’indipendenza


Iraq, il Kurdistan non vede alternativa all’indipendenza

Il Kurdistan è insoddisfatto della collaborazione con Baghdad, per questo sceglierà l’indipendenza. Lo ha dichiarato a ........

RIA Novosti il ministro degli Esteri curdo Falah Mustafa.
Il Kurdistan è diventato regione autonoma dopo la caduta di Saddam Hussein e nel 2005 ha adottato una nuova costituzione, sollevando la questione dell'indipendenza. Tuttavia, a sostegno dell'integrità territoriale dell'Iraq si sono schierati Stati Uniti, Germania, Turchia, Iran e altri paesi.
"Aspiravamo ad una vera e propria partnership, ma Baghdad l'ha sempre respinta… In 14 anni abbiamo imparato a credere che sia impossibile diventare veri e propri partner", ha detto Mustafa.
Secondo il ministro, la rappresentanza curda nelle strutture di potere dell'Iraq resta insufficiente e il governo sciita di Baghdad ha messo loro e i sunniti da parte.
"Vogliamo trovare un'alternativa, e questa alternativa è il referendum per l'indipendenza per porre fine a queste relazioni improduttive", ha aggiunto Mustafa affermando che il Kurdistan iracheno indipendente è pronto a diventare un "buon vicino" di Baghdad.
Fonte:Sputnik news