Direttore
Shorsh Surme
Shorshsurme@yahoo.it

info@hetawikurdistan.it

--------------------------


Leyla Zana
---------------------------


Regista Curdo Yilmaz Güney
**************************

Ruolo delle Donne Curde nella lotta
di Liberazione

*****************************

La questione curda non è piu'
affare di Iran e Tuchia


***************************************


I Medi: Gli antenati dei Curdi
*****************
La Campagna di Al Anfal contro i Curdi
*****************
Kurdistan dell'Iran: Crimini nel silenzio
*************************************
Perlepace.it

*************************************
Intervista con Gianni Vernetti
***************************************
In Iran non c'è solo
la questione Nucleare

************************************
Mortalità infentile:La campagna
Save The Children

*************************
D
iscorso di Obama al Cairo
*********************************
Intervista con Mirella Galletti

****************************

*******************************





 
Rivista Cuturale Curda Hetaw "Sole"
***********************


Castello di Dimdim,
epopea curda di A.Shamilov
******************




Kurdistan.Storia,
economia e risorse,
società e tradizioni,arte e cultura
di Shorsh Surme
Pendragon Editore

****************************


Il primo Dizionario Italiano - Curdo
1878 - Napoli
*****************************

Home Articoli Iraq: liberi decine yazidi schiavi Isis


Iraq: liberi decine yazidi schiavi Isis

Sono stati liberati decine di yazidi, uomini, donne e bambini da tre anni prigionieri e ridotti in.......

schiavitù dai sanguinari jihadisti dell'Isis. Lo ha reso noto una fonte delle Nazioni Unite precisando, secondo quanto scrive la Bbc online, che le 36 persone tornate in libertà - tutte appartenenti alla minoranza religiosa perseguitata dai jihadisti - sono state trasferite a Dohuk, nel nord del Kurdistan iracheno, in un centro gestito dall'Onu. La fonte non ha precisato se gli yazidi sono riusciti a fuggire oppure sono stati liberati. Gli integralisti islamici dello Stato islamico avevano ucciso o ridotto in schiavitù migliaia di yazidi dopo aver conquistato nel 2014 la città di Sinjar. Nel 2015 i Peshmerga curdi hanno ripreso il controllo della località ma di moltissimi yazidi si sono perse le tracce e le Nazaioni Unite ritengono che almeno 1.500 donne e ragazze siano ancora prigioniere e sfruttate come schiave del sesso. ANSA